Fondazione Spinola-Banna per l'arte
  • Italiano
  • linea
  • English
Fondazione spinola banna per l'arte

La Fondazione Spinola Banna per l’Arte

La Fondazione Spinola Banna per l'Arte, istituita nel 2004 da Gianluca Spinola a Banna, in provincia di Torino, organizza seminari, laboratori e conferenze sull'arte e la musica contemporanee, per promuovere l'approfondimento delle pratiche artistiche e dei temi più rilevanti del dibattito filosofico ad esse correlato. Il programma di formazione post-universitaria sull'arte contemporanea si articola in una serie di residenze dedicate ad artisti under 35 e supervisionate da artisti dal profilo internazionale, che definiscono in assoluta libertà il tema, i metodi e le differenti fasi del confronto didattico. A conclusione di ogni workshop nelle sale della Fondazione vengono esposti elaborati, documenti e opere realizzati durante il corso.
Il Progetto Musica (Premio Franco Abbiati per la Musica "Duilio Courir" 2011 e Leone d'Argento per la Musica della Biennale di Venezia 2013), creato da Orsola Spinola con l'aiuto di Giorgio e Anna Claudia Pestelli, intende incoraggiare la creazione di nuove opere musicali e valorizzare il talento dei giovani compositori. Ogni anno due giovani compositori sono invitati a comporre un brano e a perfezionarlo nel corso di una residenza di una settimana a Banna con la supervisione di un maestro d'eccezione e insieme a ottimi musicisti, in vista di un concerto finale che viene poi eseguito anche presso altre istituzioni musicali.

 

Arti visive

Artissima 2016

Artissima 2016

Dal 4 al 6 Novembre 2016 [>>]

Elena Mazzi: Atlante Energetico

Elena Mazzi: Atlante Energetico

La Fondazione Spinola Banna per l’Arte e la GAM Galleria Arte Moderna e Contemporanea di Torino annunciano un progetto di collaborazione triennale...[>>]

Artisti

Working Geographies. RESÒ International Art Exchange Residency Program

Working Geographies. RESÒ International Art Exchange Residency Program

Mousse Publishing

Fulvio GIANARIA, Gail COCHRANE e Paolo NALDINI Introduzione
TESTI
Lisa PAROLA
La residenza come nuova possibile istituzione
Massimo MELOTTI
La residenza d’artista nell’epoca della globalizzazione: dal progetto al museo
Rebecca DE MARCHI
Equivocazione controllata: il carattere indessicale della storia
Maria Teresa ROBERTO
Entry Point
Irene CALDERONI
L’ospitalità è la cultura stessa e non è un’etica fra le altre
Francesco DE BIASE, Luigi RATCLIF, Patrizia ROSSELLO
La residenza in scala locale/globale. Introduzione sulle politiche e le relazioni
Paolo NALDINI
Ancora sul paradigma del preso e del reso: riflessioni sull’ipotesi della natura ondulatoria della pratica artistica come perturbazione nel contesto sociale
Gail COCHRANE
La residenza come esperienza di scambio e reciprocità in scala globale e locale
Enrico Carlo BONANATE
Residenza e istituzioni museali
Dina KAFAFI
Interagire con il Cairo e i suoi abitanti
Helmut BATISTA
Capacete Entretenimentos. Il modello della residenza nel Ventunesimo secolo
Pooja SOOD
A proposito di Khoj
Sally MIZRACHI
Residenza come esperienza e veicolo di conoscenza: lugar a dudas (luogo dei dubbi)

Quale può essere il ruolo dell’arte e degli artisti in una geografia in divenire come quella degli ultimi anni? Quanto l’esperienza di residenza influisce sulla ricerca artistica in questa prospettiva? Working Geographies è un volume che documenta le prime quattro edizioni del programma internazionale di residenza RESÒ, avviato nel 2010, promosso e finanziato dalla Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea - CRT di Torino e curato da una rete di nove istituzioni contemporanee operanti in Piemonte. Attraverso i testi degli autori e i progetti dei venti artisti finora coinvolti, questa pubblicazione solleva interrogativi e affronta questioni che, a partire dall’arte, toccano ambiti quali l’economia, l’ambiente, la politica, la storia, la comunicazione, le scienze sociali, esplorando rotte artistiche non consuete che, in tempi di radicale trasformazione, mettono in dialogo una regione del Nord Italia, il Piemonte, con l’Egitto, il Brasile, l’India e la Colombia. Working Geographies offre un insieme di riflessioni intorno ai concetti di confine, d’identità e di cultura, in uno scenario globale liquido e soggetto a continue interrelazioni e fratture. La piattaforma RESÒ, promossa e sostenuta dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea-CRT di Torino, è composta da: Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino; CESAC - Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee, Caraglio; Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea; Cittadellarte – Fondazione Pistoletto Onlus, Biella; Città di Torino/GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani, Eco e Narciso, Città Metropolitana di Torino; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Poirino; PAV - Parco Arte Vivente, Torino

Sfoglialo on line:http://www.moussepublishing.com/products-page/product/working-geographies/

Musica

Fabio Vacchi - Daniele Abbado
In occasione dei 10 anni di Progetto Musica, la Fondazione propone un progetto di teatro musicale realizzato in collaborazione con la sezione Arti Visive. Invita Fabio Vacchi (già chiamato per la prima edizione) a guidare il Progetto Musica e Daniele Abbado a guidare il Progetto Teatro.